A cena con Simona Izzo e Ricky Tognazzi

Al volo, dopo una serata dedicata a Telethon a Teatro Massimo Bellini, intervistiamo Simona Izzo e Ricky Tognazzi mentre cenano presso la Corte dei medici. E’ un’intervista doppia e veloce, vista l’ora veramente tarda.

Ho fatto. Simona Izzo: Faccio la nonna e sono molto brava. En passant, ho scritto anche delle commedie. Servono a placare le mie ansie scherzandoci sopra.

Arte. Ricky Tognazzi: L’artigianato è la cultura portante della nostra Italia. Portiamo a casa il lavoro come nelle botteghe rinascimentali, ma senza alcuna pretesa. Mio padre, ad esempio, non si atteggiava a maestro. C’era, invece, la gioia di partecipare ad un progetto.

Fai un disegno.-Simona Izzo disegna una serie di casette con alberelli -E’ un villagio orizzontale – spiega gustando una sontuosa fetta di pizza Areteo-. Le case più belle sono disposte in questo modo. Odio quei palazzoni verticali. Favoriscono l’isolamento, l’anonimato e impediscono la comunicazione. L’architettura contemporanea ha grandi responsabilità. È bellissima, ma non prevede l’uomo che  disturba – Simona accenna ad un sorriso – e confonde quella visione razionale.

Viaggio. Ricky Tognazzi: Per me il viaggio non è la meta. È il percorso. Adoro la barca a vela. Assapori le miglia, mentre osservi i cambiamenti nel paesaggio. Tira il vento e, magari, bevi un buon vino godendo del passare lento dei minuti. Ma – aggiungo – il vero viaggio è in macchina. Macini chilometri e, fisicamente, vivi lo spostamento. Non deve essere necessariamente piacevole. Può far caldo o freddo. Le condizioni delle strade possono non essere agevoli. All’arrivo sei sfinito, ma, a mio parere, la soddisfazione è grandissima. Il punto di arrivo per me passa assolutamente in secondo piano. E’ molto più interessante quello che succede durante.

Su queste battute salutiamo Simona Izzo e Ricky Tognazzi  che – ricordiamo – sono impegnati in una lunga tournée per la penisola con la commedia Figli, mariti, amanti. A febbraio, al cinema, debutterà Baciami per sempre, il nuovo film diretto da Simona Izzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *